Trattamento con i carboni attivi

Il carbone attivo è un materiale poroso costituito da carbonio amorfo. La sua elevata capacità adsorbente lo rende perfetto per il trattamento delle acque in quanto esso trattiene una vasta varietà di molecole organiche.
La rimozione delle sostanze chimiche sul carbone attivo avviene in tre step:

  • Macro-trasporto: flusso del materiale organico all’interno del sistema di macropori (> 50 nm)
  • Micro-trasporto: flusso del materiale organico all’interno del sistema di mesopori (tra 20 e 50 nm) e micropori (< 20 nm)
  • Adsorbimento: è la fase in cui la materia rimane fisicamente attaccata al carbone attivo, avviene nei mesopori e nei micropori

Il carbone attivo risulta efficace per eliminare il cloro, una grandissima quantità di sostanze organiche e le tossine prodotte da microrganismi come ad esempio le cianotossine epatotossiche e neurotossiche prodotte dalle microalghe che possono facilmente trovarsi nell’acqua ferma se essa ristagna in ambienti eutrofizzati.

I filtri a carbone attivo necessitano di contro-lavaggi che possono essere regolati da una valvola manuale oppure completamente automatica.

Filtri a carbone attivo